Salta navigazione.
Home

Concorso per ispettori del lavoro, due posti, bandito dalla Provincia di Bolzano, scadenza 19 settembre 2016, creazione di graduatoria.

Gentili colleghi,

ritenendo di fare cosa gradita nei confronti degli associati e non, lo Staff ILA, segnala il Concorso per due ispettori del lavoro< bandito dalla Provincia di Bolzano, scadenza 19 settembre 2016, AVVISO DI CONCORSO PUBBLICO< e BANDO DI CONCORSO<

Altre notizie utili su Sito ILA – Ispettori del Lavoro Associati<, Pagina Facebook ILA – Ispettori del Lavoro Associati<

 

Concorso per due ispettori del lavoro<

La Provincia di Bolzano ha indetto un concorso pubblico per due posti di ispettore del lavoro. Le domande dovranno pervenire entro il 19 settembre. L’assunzione è a tempo indeterminato con lavoro a tempo pieno (38 ore settimanali).

Requisiti di accesso al concorso pubblico sono l'assolvimento di studi universitari almeno triennali in giurisprudenza, scienze dell’amministrazione o economia, gestione aziendale e l'attestato di bilinguismo A. I posti sono riservati al gruppo linguistico tedesco o ladino ma al concorso possono partecipare anche appartenenti al gruppo linguistico italiano. Il Concorso per due ispettori del lavoro< serve anche per formare una graduatoria di idonei.

Le domande di ammissione al concorso devono essere presentate alla Provincia di Bolzano, Ufficio assunzioni personale, 39100 Bolzano, via Renon 13, entro le ore 12 del 19 settembre 2016. Per informazioni i candidati possono rivolgersi all'Ufficio assunzioni personale, Karin.Steger@provincia.bz.it< oppure tel. 0471 412105. Dettagli anche sul sito web www.provincia.bz.it/personale/temi/concorsi.asp<

 

Concorsi in atto:

Posti

Profilo Professionale

2

Ispettrice / Ispettore del lavoro (VII qualifica funzionale) per la Ripartizione 19 – Lavoro

Attestato di bilinguismo/trilinguismo: A

Scadenza: 19.09.2016 - ore 12.00

 

Concorso per due ispettori del lavoro Bando p_bz PROT. 437044 12.08.2016<

Concorso per due ispettori del lavoro – AVVISO DI CONCORSO PUBBLICO<

Concorso per due ispettori del lavoro – BANDO DI CONCORSO Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Trentino Alto Adige<

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione 4 - Personale Ufficio 4.1 - Ufficio Assunzioni personale

Avviso di concorso pubblico

La Provincia Autonoma di Bolzano cerca mediante concorso pubblico per due ispettori del lavoro

2 ispettrici / ispettori del lavoro (VII qualifica funzionale) 2 posti a tempo pieno

per la ripartizione 19 – Lavoro con sede di servizio a Bolzano. L’assunzione delle vincitrici o dei vincitori è effettuata a tempo indeterminato (38 ore settimanali).

Il bando di concorso< comprende il presente avviso di concorso nonché il bando di concorso quadro pubblicato< nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige 3.06.2014, n. 22< (http://www.regione.taa.it/bur/bur_4.asp<).

Assolvimento di studi universitari almeno triennali nelle discipline: − giurisprudenza − scienze dell’amministrazione − economia, gestione aziendale

− Attestato di bilinguismo A oppure attestato di trilinguismo A (per ladini)

Vengono presi in considerazione anche gli altri diplomi universitari di pari livello esistenti nello stesso ambito di studi, materia o specializzazione. A tali fini si fa riferimento principalmente alle classi di laurea stabilite a livello statale e che attualmente sono contemplate dal Decreto Interministeriale 9 luglio 2009 (http://attiministeriali.miur.it/anno-2009/luglio/di-09072009.aspx<).

Chi è in possesso della laurea di primo livello nelle precitate discipline, al momento dell’assunzione è inquadrato nella VII qualifica funzionale ter con una classe (art. 72 del contratto collettivo intercompartimentale del 12 febbraio 2008).

La mobilità verticale oppure orizzontale verso il profilo professionale è anche possibile con l’attestato di bilinguismo B. Rimangono esclusi i casi di mobilità sulla base di un diploma di laurea oppure di titolo di studio analogo.

Per la mobilità orizzontale e verticale si veda il bando di concorso quadro.

Nel caso in cui la candidata o il candidato sia in possesso di un titolo accademico non rilasciato in Italia, la stessa o lo stesso è invitata/o a prendere contatti con la Ripartizione provinciale 40 “Diritto allo studio, università e ricerca scientifica” (referente di settore: dott.ssa Cristina Pellini – tel. 0471 413307 cristina.pellini@provincia.bz.it<) al fine di valutare la procedura di riconoscimento più idonea. Si suggerisce di farlo al più presto: si ricorda infatti che per l’assunzione nella pubblica amministrazione i titoli esteri devono essere riconosciuti in Italia con apposite procedure. In ogni caso la domanda di riconoscimento deve essere inoltrata all’ente preposto al riconoscimento o equiparazione (università, ministero, ecc.) entro la data di scadenza per la presentazione della domanda di concorso. In mancanza, di regola non si può venire ammessi alla procedura. L’ammissione è con riserva che si potrà sciogliere favorevolmente solo al momento dell’avvenuto riconoscimento al massimo entro 10 mesi dalla data di approvazione della graduatoria di merito.

Riserva del posto

I posti sono riservati al gruppo linguistico tedesco o ladino. Al concorso possono partecipare – indipendentemente dalla riserva linguistica ivi stabilita – anche coloro che appartengano ad un altro gruppo linguistico.

Il concorso è bandito nel rispetto delle riserve di cui alla legge 12 marzo 1999, n. 68 e successive modifiche (Norme per il diritto al lavoro dei disabili e di altre categorie protette).

Ai sensi dell’art. 1014, commi 3 e 4, e dell’art. 678, comma 9 del D.Lgs. n. 66/2010, è prevista la riserva di un posto per i volontari delle FF.AA. Nel caso non vi siano candidate o candidati idonei appartenenti all’anzidetta categoria, il posto sarà assegnato ad altre candidate o altri candidati utilmente collocati in graduatoria.

Limitazione del numero degli idonei

Il numero degli idonei è limitato a 3 (tre) persone.

Assunzione di idonei

Entro 2 anni a decorrere dalla pubblicazione della graduatoria, in caso di necessità ed in presenza di ulteriori posti, possono essere assunti ulteriori 3 (tre) idonei del concorso. L’assunzione dovrà essere effettuata nel rispetto della graduatoria di concorso e, in caso del ruolo generale, della normativa sulla proporzionale linguistica.

Presentazione della domanda

Le domande di ammissione al concorso devono essere presentate alla Provincia Autonoma di Bolzano, Ufficio assunzioni personale, 39100 Bolzano, via Renon 13, entro le ore 12.00 del 19.09.2016. Si considerano prodotte in tempo utile anche le domande spedite a mezzo raccomandata entro tale termine. Data ed ora di accettazione da parte dell’ufficio postale devono risultare dal relativo timbro a data.

Diario e modalità di svolgimento degli esami

Ai sensi dell’art. 21 comma 6 del decreto del Presidente della Provincia n. 22/2013, gli inviti alle prove concorsuali, la pubblicazione dei relativi risultati, eventuali rinvii o comunicazioni inerenti questa procedura avvengono mediante pubblicazione sul sito internet: http://www.provincia.bz.it/personale/temi/concorsi-risultati.asp<

Le date delle prove d’esame vengono pubblicate non meno di 15 giorni prima dell’inizio delle prove stesse.

Programma d’esame

Prova scritta: elaborazione di argomenti o compiti attinenti alle seguenti materie d’esame:

  • articoli 1-12, 35-47 e 117 della Costituzione della Repubblica;
  • lo Statuto di autonomia, con particolare riguardo alle competenze primarie, secondarie e terziarie;
  • gli Organi della Repubblica, della Regione e della Provincia;
  • struttura e compiti della Ripartizione 19 Lavoro;
  • il lavoro autonomo e dipendente (articoli 2082, 2094, 2222 e 2229 cc, articolo 2 decreto legislativo 81/2015);
  • assunzione dei lavoratori e relativa notifica (articolo 9-bis legge 608/1996 modificato ed integrato, articolo 4-bis decreto legislativo 181/2000 modificato ed integrato, articolo 19 decreto legislativo 276/2003, articoli 4, 4-bis, 4-ter della legge provinciale 14/1986 modificata ed integrata, articolo 3 del decreto legge 12/2002 come modificato dagli articoli 4 della legge 183/2010, 14 del decreto-legge 145/2013 e 22 del decreto legislativo 151/2015);
  • lavoratori extracomunitari (decreto legislativo 286/1998 e decreto del Presidente della Repubblica 394/99 modificato ed integrato);
  • diritti e doveri dei datori di lavoro e dei lavoratori (articoli 2096-2113 cc);
  • Orario di lavoro (decreto legislativo 66/2003 modificato ed integrato e decreto legislativo 234/2007 modificato ed integrato);
  • la tutela delle lavoratrici madri (decreto legislativo 151/2001 modificato ed integrato);
  • tutela dei minori (legge 977/67 e successive modifiche);
  • il contratto a tempo determinato (articoli 19-29 decreto legislativo 81/2015);
  • l’apprendistato (articoli 41-47 decreto legislativo 81/2015 e legge provinciale 12/2012 modificata ed integrata);
  • il lavoro intermittente (articoli 13-18 decreto legislativo 81/2015);
  • i lavoratori domestici (leggi 339/58 e 1403/71);
  • i lavoratori a tempo parziale (articoli 4-12 decreto legislativo 81/2015);
  • il lavoro accessorio (articoli 48-50 decreto legislativo 81/2015 modificato ed integrato);
  • la somministrazione di lavoro (articoli 30-40 decreto legislativo 81/2015);
  • soci-lavoratori (legge 142/2001);
  • i libri e le scritture obbligatorie per i rapporti di lavoro (libro unico del lavoro, prospetti paga);
  • Imponibile contributivo ai sensi degli articoli 12 della legge 153/69, 50 e 51 del decreto del Presidente della Repubblica 917/86 modificato ed integrato;
  • Documenti fiscali e relativi alla contribuzione obbligatoria (Mod. Uni-Emens, Mod. CUD, Mod. 770, autoliquidazione del premio Inail, domanda di condono contributivo);
  • principi della depenalizzazione e del diritto penale (verifica, contestazione, notificazione, rapporto, audizione e memorie difensive, ordinanza-ingiunzione, opposizione secondo la legge 689/1981 e successive modificazioni, il decreto legislativo 124/2004 modificato dall’articolo 33 della legge 183/2010 e il decreto del Presidente della Giunta Provinciale 16/1984, compiti dell’ufficiale di polizia giudiziaria e rapporto penale).

Prova orale: Nel corso della prova orale sarà accertata l’idoneità tecnico-professionale in base al programma dell’esame scritto. Inoltre potrà venire esaminata l’idoneità personale della candidata/del candidato sulla base di un apposito questionario strutturato.

Il punteggio complessivo nella graduatoria finale del concorso è dato dalla somma dei punteggi della prova scritta e della prova orale, solo se tutte sono positive. Normalmente ciascuna prova è valutata per un totale di 10 punti massimi. La commissione esaminatrice può comunque adottare un diverso punteggio massimo se ritenuto più adatto alle specifiche prove d’esame. Chi non supera tutte le prove non supera il concorso e ne è escluso.

Al concorso è ammesso anche chi ha presentato domanda per la mobilità tra gli enti, ai sensi dell’art. 18 del Contratto collettivo intercompartimentale 12.02.2008 nonché art. 21 del Contratto di comparto 04.07.2002. Al termine del concorso si formeranno due graduatorie separate: una per la mobilità - che avrà la precedenza per la copertura del posto bandito - e una per il concorso pubblico.

Copertura del posto

In base all’art. 10, comma 14 del Regolamento di esecuzione sull’accesso all’impiego provinciale (Decreto del Presidente della Provincia 2 settembre 2013, n. 22), il personale in servizio a tempo determinato che, invitato a partecipare ad una procedura concorsuale, senza fondato motivo, non si presenti agli esami o che non li superi, rimane in servizio fino alla scadenza dell’incarico, fatto salvo che non vi siano altri candidati o candidate idonei, che altrimenti non potrebbero essere assunti. In tal caso è previsto il licenziamento con un termine di preavviso di 30 giorni. In mancanza di candidate e candidati idonei il rapporto di lavoro può essere rinnovato o prorogato su richiesta del direttore o della direttrice competente. Il personale in questione sarà cancellato dalla graduatoria per l’assunzione temporanea al servizio provinciale per un anno con conseguente perdita del diritto di precedenza. L’effetto di tale provvedimento decorre dalla data di approvazione della graduatoria di merito.

Invio della domanda tramite PEC – fax

Chi utilizza per inoltrare la domanda il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) (inviando la domanda all’indirizzo dell’Ufficio assunzioni personale: personalaufnahme.assunzionipersonale@pec.prov.bz.it<) oppure il fax (0471/412497), può consegnare materialmente il certificato di appartenenza al gruppo linguistico – in originale e in busta chiusa – anche dopo il termine di consegna delle domande (ma non oltre la data della prova scritta o della prima prova), a condizione che nella domanda sia dichiarato che il certificato è stato già emesso entro il termine sopra citato. In caso di vittoria del concorso, la presenza di un certificato emesso oltre il termine o comunque non valido, comporta d’ufficio la decadenza dalla procedura e dall’assunzione, per carenza di un requisito di ammissione. Non si può prendere in considerazione e quindi si considera mancante il documento trasmesso in sola copia, o formato pdf.

La fotocopia di un documento di riconoscimento è da allegare sempre, tranne in caso di consegna a mano da parte della/del richiedente e in caso di trasmissione tramite PEC. In mancanza la domanda viene esclusa dal concorso.

Indicazioni utili

Per eventuali informazioni le candidate e i candidati potranno rivolgersi all’Ufficio assunzioni personale:


 Karin.Steger@provincia.bz.it oppure 0471 412105.

 

La Direttrice di ripartizione reggente

Dr. Karin Egarter

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione 4 - Personale Ufficio 4.1 - Ufficio Assunzioni personale

Provincia Autonoma di Bolzano Ripartizione Personale 4 Ufficio assunzioni personale 4.1 via Renon 13 39100 Bolzano Tel. 0471 412105 – Fax 0471 412497 http://www.provincia.bz.it/personal< Karin.Steger@provincia.bz.it< personalaufnahme.assunzionipersonale@pec.prov.bz.it<

DOMANDA DI AMMISSIONE al concorso pubblico: SCADENZA: 19.09.2016, ore 12.00

Ispettrice del lavoro / Ispettore del lavoro 2 posti a tempo pieno (VII qualifica funzionale)

Avviso importante! La domanda va compilata e contrassegnata (ove pertinente) in tutte le sue parti e consegnata entro le ore 12.00 del termine previsto.

SEZIONE DATI PERSONALI

cognome .........................................................................................

nome .............................................................................................

cognome acquisito ...........................................................................

nato/a a .........................................................................................

residente a .....................................................................................

CAP ........................................................... (Prov. ...........)

Via ..................................................................….. n. ..............

codice fiscale ..................................................................................

tel.cell. ..........................................................................................

tel. …..............................................................................................

e-mail .

La/Il sottoscritto intende comunicare con l’Amministrazione prov.le esclusivamente tramite PEC per quanto riguarda il presente procedimento:

PEC…

Indirizzo per eventuali comunicazioni (solamente se diverso da quello di residenza): CAP …………- Luogo.…….……..……..……..… (prov. ……..…) via ………………………………….…………………… n. ……...…

SEZIONE REQUISITI D’ACCESSO

La/Il sottoscritta/o dichiara sotto la propria responsabilità:

di possedere la cittadinanza italiana di possedere la cittadinanza del seguente stato membro dell’Unione Europea ……………………………….…….… di possedere la cittadinanza di altro stato:…………………. ……………………………….…….… (in questo ultimo caso le norme prevedono che possano attualmente presentare domanda le cittadine e i cittadini extracomunitari che: − sono familiari di cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea e sono titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente o che − sono titolari del “permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo” o che − sono titolari dello “status di rifugiato” ovvero dello “status di protezione sussidiaria”)

di essere iscritta/o nelle liste elettorali del Comune di ………………………….………..………….…………………..

di non aver mai riportato condanne penali (ivi incluse le sentenze previste dall’art. 444, comma 2 del codice di procedura penale, cd. “di patteggiamento”).

di aver riportato le seguenti condanne penali: ………………..………………………..……………….……..

(L’informazione è necessaria per verificare la compatibilità con la funzione da svolgere e l’ambiente lavorativo di eventuale futuro inserimento).

……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

BANDO DI CONCORSO QUADRO - PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione 4 - Personale Ufficio 4.1 - Ufficio Assunzioni personale<