Salta navigazione.
Home

Modalità con le quali debbano essere effettuate le comunicazioni relative alle pretazioni di lavoro accessorio alla DTL di Firenze.

Gentili colleghi,

ritenendo di fare cosa gradita nei confronti degli associati e non, lo Staff ILA, segnala le modalità con le quali debbano essere effettuate le comunicazioni relative alle pretazioni di lavoro accessorio alla DTL di Firenze<.

Altre notizie utili su Sito ILA – Ispettori del Lavoro Associati<, Pagina Facebook ILA – Ispettori del Lavoro Associati<

Prestazioni di lavoro accessorio, istruzioni per l'invio delle comunicazioni<

13 ottobre 2016

In attesa di disposizioni ministeriali, si informa che le comunicazioni relative alle prestazioni di lavoro accessorio (art. 49, comma 3, d.lgs. n° 81/2015 – come modificato dal d.lgs. n° 185/2016) devono essere inviate a questa DTL all’indirizzo e-mail istituzionale di posta certificata: DTL.Firenze@pec.lavoro.gov.it< scrivendo da una casella PEC. Quanto sopra, al fine di fornire al mittente la prova legale dell’avvenuta consegna e di consentire all’Amministrazione la corretta archiviazione delle informazioni trasmesse.

Per le medesime esigenze è necessario altresì che l’oggetto della PEC abbia la seguente forma: 
LAVORO ACCESSORIO - codice fiscale del lavoratore – codice fiscale/P.IVA del datore di lavoro”.

Dovrà, inoltre, essere trasmessa una sola PEC per ciascun lavoratore, fermo restando che la medesima comunicazione potrà riguardare più prestazioni lavorative. 
Infine, si fa presente che dovrà comunque essere effettuata la comunicazione agli Istituti previdenziali secondo le attuali procedure.

Ispettori del Lavoro Associati<