Salta navigazione.
Home

Comunicato Vigilanza Tecnica

 Al Personale Ispettivo Tecnico

 

E p.c. A tutto il personale Ispettivo

Cari colleghi,

è ormai più di un anno che l’Associazione si è prodigata per una giusta valorizzazione della Vigilanza Tecnica all’interno della nuova organizzazione del INL.

Come ricorderete, già nel comunicato relativo all’incontro tenutosi a Roma lo scorso 20 ottobre, l’Associazione aveva posto all’attenzione del Capo dell’Ispettorato la necessità di conservare la peculiarità della Vigilanza Tecnica.

Durante tutto il 2016 gli ispettori tecnici si sono spesi in diverse iniziative volte ad affrontare e sviscerare le criticità introdotte in parte dal cd “Decreto Gambacciani” ed in parte dall’erronea convinzione che, a seguito dell’adozione dello stesso decreto, aveva indotto alcune realtà locali a “non investire” nella vigilanza in materia di salute e sicurezza, diluendo le specificità professionali all’interno degli uffici, distogliendo, di conseguenza, gli ispettori tecnici dalla loro attività principe.

L’ILA ha seguito e supportato le proposte che hanno interessato la categoria, i quali hanno dato un ineguagliabile segnale di unità e determinazione nel raggiungere l’obiettivo del riconoscimento della propria professionalità. Tale unità, naturalmente farcita di dialogo dialettico costruttivo, al tempo stesso faticoso, come pure l’impegno in prima persona dei colleghi che hanno creduto e credono fino in fondo nell’importanza del proprio ruolo, ha contribuito in modo determinante al raggiungimento di un risultato tutt’altro che scontato: la costituzione, a livello di Amministrazione centrale, della quarta area di vigilanza nell’Ispettorato Nazionale del Lavoro; Divisione che coordinerà le rinate aree di VT sul territorio.

La strada da percorrere è ancora lunga, perché l’obiettivo è quello di un crescente miglioramento delle modalità lavorative, ma il dialogo con l’Amministrazione è iniziato sicuramente in maniera costruttiva e si prospetta in maniera altrettanto proficuo, come pure il confronto ed il supporto delle organizzazioni sindacali e delle istituzioni coinvolte.

Quanto avvenuto dimostra ancora una volta che lavorare assieme, uniti, senza disperdere inutilmente le già poche energie, porta al raggiungimento di risultati che non possono far altro che giovare alla nostra categoria. Basta crederci ed impegnarsi!

L’associazione continuerà a seguire da vicino tutte le evoluzioni della questione auspicando una maggiore collaborazione ed il diretto coinvolgimento anche per le istanze/problematiche afferenti la vigilanza ordinaria.

Del resto l’ILA siete voi.

Venezia, lì 14/01/2017

Il Referente della Vigilanza Tecnica

Il Presidente

Giovanna Pellegrino

Gerardo Donato Lanza